Diuretici e osteoporosi

Filled Under: ATTI - XVI CONGRESSO NAZIONALE SIOMMMS 2016

Year: 2016

Number: 3/4

Author: and

Diuretici e osteoporosi

Tra le cause di osteoporosi secondaria, quelle da farmaci sono spesso neglette; tra di essi vi sono i diuretici e, in particolar modo, i diuretici dell’ansa e i tiazidici. I diuretici dell’ansa, studiati in pochi lavori, aumentano l’escrezione urinaria di calcio con possibile riduzione della densità minerale ossea, noto fattore di rischio per fratture; quale meccanismo di azione dei diuretici dell’ansa si riconosce l’effetto calciuretico, con conseguente aumento del livello plasmatico del PTH e iperattività riassorbitiva ossea.

I diuretici tiazidici, comunemente utilizzati per il trattamento dell’ipercalciuria idiopatica, riducono invece l’escrezione urinaria di calcio, dimostrandosi capaci di ridurre il rischio fratturativo, in particolare di femore. La letteratura sui tiazidici e l’osso è più cospicua, evidenziando per essi non solo un effetto indiretto per l’azione renale, ma anche un effetto diretto sulla formazione ossea osteoblasto-mediata (via inibizione della proteina NCC responsabile del co-trasporto Na-Cl) e sul riassorbimento osteoclasto-mediato (via inibizione dell’anidrasi carbonica. L’inibizione del NCC provoca, tuttavia, anche un aumento dell’escrezione renale del sodio inducendo potenzialmente una iponatremia, la quale di recente è stata associata ad un aumento del rischio di cadute e di fratture, in particolare di vertebra, anche se quest’ultimo aspetto è ancora vexata quaestio.

Lettura consigliata

The Effect of Thiazides on Bone Markers, Bone Mineral Density and Fractures Renata Caudarella, Fabio Vescini, Elisabetta Rizzoli, Fabio Massimo Ulivieri Clinic Rev Bone Miner Metab (2015) 13:173–184

« ARTICOLO PRECEDENTE:
» PROSSIMO ARTICOLO: